ginnastica_multifido_lombalgia_muscoli_e_stabilizzazione - Francesco Grazzina fisioterapia a Gorizia

Vai ai contenuti

Menu principale:

articoli sport riabilitazione attività fisica > cure lombalgia mal di schiena lombare, lombosciatalgia

LOMBALGIA E MUSCOLATURA:

  • In uno studio Nourbakhsh, MR,Arab: relationship between mechanical factors and incidence of low back pain considera 17 fattori meccanici e il verificarsi di lombalgia in 600 soggetti fra i 20 e 65 anni, l'ipostenia muscolare negli estensori del rachide si associa a lombalgia.


  • Hodges, P, Gandevia,SC Activation of the human diaphram during a repetitive postural task. J. Physiol

  • Hides, JA, Jull GA,Richardson. Long term effects of specific stabilizing exercise for first-episode low back pain. Spine 2001.

Questi autori dimostrano che l'attivazione e la funzione del muscolo trasverso dell'addome cambiano nel timing e nella sequenza di contrazione nei pazienti con dolore lombare indicandoi probabilmente una minore azione stbilizzatrice. Gli studi hanno anche evidenziato che allenare questi muscoli per un buon controllo posturale e di stabilizzazione aumentano i risultati riabilitativi per lombalgia a lungo termine.

  • Possibile ruolo del multifido ed erettori spinali nellla lombalgia:

i muscoli erettori spinali e multifido sono importanti stabilizzatori che controllano il tronco nelle perturbazioni postruali. Il muscolo multifido presenta un'alta distribuzione di fibre di tipo I che ne indicano l'importante ruolo di stabilizzatore del tronco. Il multifido e gli erettori spinali sono ricoperti dagli strati della fascia dorso lombare, questo permette la tensione della fascia conferendole una funzione stabilizzatrice. Alcuni autori hanno evidenziato come le fibre del muscolo multifido a livello del segmento spinale si atrofizzano velocemente nei pazienti con lombalgia. Nei pazienti sottoposti a intervento di discopatia lombari si evidenzia la comparsa di degenerazione della muscolatura suddetta.
Ci sono prove che l'allenamento specifico aumenti la funzione del multifido e degli erettori spinali in genere.
E' dimostrato che l'inattività può modificare la composizione muscolare delle fibre presenti nella muscolatura lombare e ciò può causare ridotta funzionalità nei pazientei con dolore lobmare creando un circolo vizioso di dolore inattività dolore.

Ancora altri studi dimostrano la validità dell'esecuzione di esercizi per il mal di schiena in caso di instabilità:

Training per gli addominali profondi (Earl J Phys
THer in Sport 2002 - Review article)
• Esercizi specifici per i muscoli addominali
 profondi, con co-contrazione del multifido lombare
 segmentario (Hides JA, Jull GA et al. Spine 2001 - RCT;
 Kladny B et al. Z Orthop 2003 - RCT; Stuge B et al. Spine
 2004 – RCT)
• Esercizi specifici per i muscoli addominali
 profondi, con co-contrazione del multifido lombare
 segmentario, coinvolti successivamente in compiti
 funzionali (O’ PB –O Sullivan PB, Spine 1997 e Man Ther 2000 RCT)

Non dimentichiamo anche:

• Metodo Feldenkrais modificato (Haller J. 1999)
• PNF (Johnson GS et al. Journal of Manual and Manipulative Therapy
 2002)
• Pallone Bobath (Behm J Strength Cond Res 2005)
• Squat su disco instabile (Anderson K et al. Can J Appl Physiol 2005)

  • Kavcic N. et al Spine 2004

 nessun singolo muscolo domina nel miglioramento della stabilità spinale ed
 il loro ruolo individuale cambia continuamenteall’interno del compito funzionale
 CLINICAMENTE: se lo scopo è un training per la stabilizzazione, il rinforzo di pattern motori che
 incorporano più muscoli è preferibile a quello di alcuni muscoli soltanto.

Per quanto riguarda la durata del trattamento troviamo:

  • Stuge B. et al. Spine 2004 (RCT): 20 settimane

  • Hicks GE et al. Arch Phys Med Rehabil

    2005 (Studio prospettico): 8 settimane

  • Celestini M et al. Europa Medicophys 2005

    (RCT): 4 settimane, tre volte settimana

Attivare il muscolo multifido

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu