Presentazione - Francesco Grazzina fisioterapia a Gorizia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Mi presento sono un fisioterapista,  laureato in Scienze motorie (Università di Udine) ed in Fisioterapia (Università di Trieste); ho acquisito competenze nel campo della biomeccanica (già cultore della materia) e della fisiologia dello sport (Dipartimento di scienze e tecnologie biomediche di Udine); ho partecipato alla progettazione  alla realizzazione  e lavorato presso il Laboratorio di fisiologia e biomeccanica del Corso di laurea in Scienze Motorie a Gemona del Friuli collaborando a numerosi studi; ho partecipato ad uno studio sull’accelerazione di gravità ed il consumo di ossigeno a Stoccolma presso il Karolinska Institutet.
Esercito l’attività di fisiokinesiterapia sia manuale che strumentale a Gorizia in via Morelli 19/C con protocolli riabilitativi personalizzati, concordati e monitorati anche con il medico curante; in ambito sportivo, eseguo, in team con un collega, il completo recupero dell’atleta  fino  sul campo per la ripresa del gesto sportivo e sedute per il recupero della articolarità e del tono muscolare.
Applico la diatermia per sedute di tecarterapia con macchina di ultima generazione.


COME SI SVOLGE LA PRIMA SEDUTA:

Nel  primo incontro con il paziente il fisioterapista eseguire una valutazione per poter sviluppare il ragionamento critico che porta a scegliere le tecniche o i metodi migliori per impostare un programma terapeutico e quindi risolvere il problema.
Gran parte del tempo del primo incontro si concentra su un intervista e raccolta anamnestica scrupolosa da parte del terapista, punto di partenza fondamentale per decidere come deve essere fatto l’esame fisico e determinare il motivo dell’insorgenza dei disturbi del paziente.
Inquadrato il problema c’ è la spiegazione dello stesso al paziente e di come verrà impostato l’ iter riabilitativo o rieducativo, quindi in questo primo incontro c’è tanto dialogo e comunicazione sia dal punto di vista conoscitivo che di spiegazioni.

TERAPIA MANUALE:
È un approccio che, come dice la parola, utilizza le mani.
Negli anni nel mio studio a Gorizia mi sono specializzato nella terapia manuale. 
La terapia manuale è un sistema internazionalmente riconosciuto di prevenzione, valutazione e trattamento di disturbi che interessano l'apparato muscoloscheletrico attraverso l’uso delle mani; in questo ambito rientrano l’osteopatia, la terapia miofasciale, la tape therapy etc. Rappresenta uno strumento indispensabile per il terapista a cui permette una valutazione funzionale globale del soggetto che mette in correlazione la disfunzione del sistema locomotore e i sintomi del paziente. Essa non è in competizione con la diagnosi del medico, ma la completa. Il trattamento nella terapia manuale persegue principalmente questi obiettivi: trattamento dei sintomi; mobilizzazione dell’ipomobilità; mantenimento della mobilità; stabilizzazione dell‘ipermobilità con esercizio mirato da compiere a domicilio; influenzare il cambiamento tissutale fasciale avvalendosi di informazione verbale, informazione terapeutica continuativa (Tape therapy posturale) e istruzione di auto-esercizi terapeutici, per l’esecuzione di un trattamento sempre più mirato delle cause disfunzionali (tessuti ossei, capsulari, legamentosi, tendinei, muscolari e fasciali) alla base del dolore.

RIEDUCAZIONE FUNZIONALE A GORIZIA:
La rieducazione funzionale, momento immediatamente successivo alla fase acuta, è rappresentata da un insieme di esercizi che interessano non solo la parte lesa ma tutto il corpo, con lo scopo di recuperare il corretto gesto motorio. Tali “esercizi funzionali” vengono scelti e modificati nel tempo con il progredire del recupero.

RIEDUCAZIONE PROPRIOCETTIVA: 
è parte della rieducazione funzionale, rappresentata da esercizi più impegnativi o comunque proposta sempre considerando le condizioni del paziente, dopo aver recuperato articolarità, tono, funzionalità, per i quali il paziente stesso viene messo nella condizione di essere destabilizzato, a diversi gradi di difficoltà, per poter sviluppare un ottimizzazione del recupero e delle abilità funzionali in termini di velocità, precisione, coordinazione, equilibrio, tenuta muscolare.








                                                                                                  





 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu