protrusione_ed_ernia_discale_cervicale - Francesco Grazzina fisioterapia a Gorizia

Vai ai contenuti

Menu principale:

animazioni e biomeccanica

Ernia o protrusione:

C'è una diffusa tendenza a sovrapporre i termini usati per descrivere le lesioni dei dischi, il che crea confusione tra pazienti e medici. Il chiropratico americano Robert Morrison ci aiuta a capirne di più. Essenzialmente, si possono classificare quattro categorie principali:

Si ha una protrusione focale quando si crea una sporgenza nella parte centrale del disco, il nucleo polposo, il quale rimane tuttavia contenuto all'interno delle fibre che lo avvolgono. Può considerarsi una componente del naturale processo di invecchiamento, un fenomeno che può paragonarsi al lasciar fuoriuscire dell'aria da uno pneumatico.

Un prolasso o erniazione del disco è una migrazione del nucleo polposo attraverso una completa lacerazione delle fibre dell'anulus che formano la parete del disco. Questo materiale rimane comunque contenuto e non si riversa nel canale vertebrale.

Un'estrusione del disco si verifica quando il materiale discale non viene contenuto, supera il legamento longitudinale posteriore e si riversa nel canale vertebrale.

Si parla di frammento discale sequestrato quando un frammento del nucleo polposo migra, viene a contatto con il canale vertebrale e non è contenuto.

Protrusione:

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu