soglia_anaerobica - Francesco Grazzina fisioterapia a Gorizia

Vai ai contenuti

Menu principale:

sport test

Test di Soglia anaerobica

La soglia anaerobica rappresenta quell’intensità del carico oltre la quale la produzione e lo smaltimento di lattato non sono più in equilibrio, generando così un accumulo di acido lattico nell’organismo.

A questo valore corrisponde una concentrazione di acido lattico di circa 4 mM. Recenti studi hanno infatti introdotto e confermato il concetto di “soglia anaerobica individuale” .


fig. 1 curve di lattato per soggetto non allenato (I) ed allenato (II) con la soglia anaerobica individuale (SANi) (Heck)

La velocità alla soglia anaerobica è quella velocità che può essere sostenuta per circa un’ora.

Questo parametro è fortemente influenzato dallo stato di forma e dal grado d’allenamento dell’atleta.

Perché è importante la soglia anaerobica ?

Con l’allenamento mirato la soglia anaerobica viene spostata verso intensità sempre maggiori di sforzo ( vedi grafico ): il sogg. (II) può andare a circa 2 [Km/h] in più del sogg. (I) senza accumulare lattato.

Soglia anaerobica ed allenamento

Esistono molti sistemi d’allenamento, tutti caratterizzati da:

Intensità = l’intensità dello stimolo del carico, grado dello sforzo, con cui si esegue un esercizio. Viene quantificato in tempi, velocità, massa oppure con parametri fisiologici (lattato, frequenza cardiaca).

Durata = il tempo in cui agisce un singolo stimolo o una serie di esercizi. Viene quantificata in secondi, minuti, ore oppure con il numero delle ripetizioni


Densità = il tempo che intercorre tra i singoli stimoli che determina quindi la successione tra carico e recupero

Volume = somma totale dei singoli stimoli in una seduta di allenamento o in una ciclizzazione.


Esempi di metodiche d’allenamento

1) Allenamento discontinuo – risalite d’ordine specifico: risalite con dislivelli e lunghezze determinati in funzione della specialità del ciclista e delle ripetizioni.
- dist. : 40 – 80m con pendenza 15%
- pausa di recupero: 2 – 3 min
- intensità al limite del lavoro: 95 – 100%
- ripetizioni: 12 – 20
- ritmo: pedalata da scalata al limite dell’attacco

2) Ritmo – resistenza; pianura
- distanza: 3 – 9 Km
- intensità: 70 – 80%
- ripetizioni: 8 - 15
- recupero: 5 min circa ( con F.C. 130 – 140 )

Per ottenere il massimo dall’allenamento, è fondamentale sapere a cosa corrisponde il 100 % di intensità, in modo da poterlo rapportare al tipologia d’allenamento.
Se non lo sapessimo, come potremmo seguire correttamente il protocollo d’allenamento? E come potremmo valutare i progressi durante la stagione?

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu